08715450 (Sede Chieti) - 08545361 (Sede Pescara)
Seleziona una pagina

Apre, alle 15:00 di venerdì 26 ottobre, la fiera dedicata alla mobilità alternativa: durerà fino a domenica, con orari dalle 9:00 alle 21:00 ed ingresso libero

Si è tenuta questa mattina, a Pescara, la conferenza stampa di presentazione di ECOMOB, la fiera a tutto tondo sul mondo della mobilità alternativa che prenderà il via, venerdì 26 ottobre, alle 15:00, al Porto Turistico.

Una vera e propria vetrina espositiva che va dalle biciclette ad uso sportivo, ricreativo e da lavoro ai veicoli elettrici, dalle attrezzature specifiche, l’accessoristica, alle novità principali del territorio in tema di escursionismo, trekking, running ed offerta turistica.

Il polo fieristico sarà suddiviso in aree tematiche, dai colori verde, blu ed arancione per identificare, rispettivamente, i 40 espositori, lo spazio dedicato agli incontri e l’area test driving.

Ma sarà, soprattutto, la parte convegnistica, organizzata con il supporto della Regione Abruzzo, Legambiente e FIAB, a giocare la differenza, identificando Ecomob Expo come uno dei luoghi privilegiati in cui discutere di Green Mobility, Costa dei Trabocchi e Cicloturismo.

A parlare dell’evento che, dopo Ecomondo, rappresenta uno dei pochi appuntamenti green su tutto il territorio nazionale, sono stati Lido Legnini, Vice Presidente della Camera di Commercio Chieti Pescara, l’Assessore regionale al turismo Giorgio D’Ignazio, il Presidente di Legambiente Giuseppe Di Marco ed il Presidente Fiab Filippo Catania.

Lido Legnini – Vice Presidente CCIAA Chieti Pescara: “La green economy è un formidabile fattore di competitività ed è stata in questi anni difficili la migliore risposta alla crisi. Sono, infatti, 355mila le aziende italiane, ossia il 27,1% del totale, dell’industria e dei servizi che dal 2011 hanno investito, o lo faranno quest’anno, in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2.  Una quota che sale al 33,8% nell’industria manifatturiera, dove l’orientamento green si conferma un driver strategico per il made in Italy, traducendosi in maggiore competitività, crescita delle esportazioni, dei fatturati e dell’occupazione. Siamo, dunque, molto felici di tagliare il nastro di questo evento che punta su sostenibilità ed ecoturismo. Ben 40 espositori, una carrellata di veicoli ibridi ed elettrici di ultima generazione e tanti appuntamenti di grandissimo interesse: dai percorsi cicloturistici alla costa dei trabocchi fino alla cerimonia di consegna delle stelle blu del Mediterraneo ai Porti più virtuosi a livello europeo, tra cui il nostro Marina di Pescara”.

Giorgio D’Ignazio – Assessore al Dipartimento Turismo Regione Abruzzo: “Faccio un grande in bocca al lupo a questa fiera che centra in pieno due temi a noi particolarmente cari che sono, appunto, l’eco -sostenibilità e l’accoglienza per cui l’Abruzzo ha ottenuto il riconoscimento come più accogliente di Italia in occasione del TTG di Rimini. Grazie alla mobilità su due ruote ed all’utilizzo di auto elettriche abbiamo l’opportunità di non inquinare l’ambiente e, soprattutto, di garantire un’offerta turistica adeguata anche al mondo degli anziani e dei diversamente abili”.
Domenico Giallorenzo – Associazione Ecomob – promotrice della fiera: “Un grande grazie a chi ci ha sostenuto con questo primo appuntamento che può contare, oltre che sulla Camera di Commercio, su partnership importanti come la Regione Abruzzo, Legambiente e Fiab. Abbiamo ben 3000 metri quadri di esposizione e collaborazioni prestigiose con Enel per il rifornimento elettrico delle autovetture e Trenitalia. Ci saranno davvero tutti, tra le concessionarie di auto elettriche ed i rivenditori/produttori di bike ed e-bike, oltre ad e-scooter. Tra le regioni di provenienza degli espositori, oltre l’Abruzzo, anche la Puglia, il Trentino Alto Adige, la Lombardia e le Marche”.

Giuseppe Di Marco – Legambiente: “Questa fiera ha tutti i numeri per instaurare un percorso di lungo periodo e rappresenta una sfida per la lotta ai cambiamenti climatici che la stessa Unione Europea ci impone di conseguire entro il 2030. Faccio anche un plauso agli organizzatori per aver coinvolto le scuole che sono i veri fautori di un cambio epocale dei nostri stili di vita.”

E le scuole coinvolte sono due: l’Istituto Tecnico statale “Tito Acerbo” con 10 studenti in attività di alternanza durante la durata della manifestazione e l’Ipsias “Di Marzio Michetti” i cui ragazzi svolgeranno attività giornalistica con la redazione di un reportage della fiera.

Conclude la conferenza Filippo Catania presidente di Fiab che ha organizzato, nell’ambito dell’evento, ben due convegni: il primo, venerdì pomeriggio, dal titolo “La vacanza attiva per eccellenza: il cicloturismo in Abruzzo” ed il secondo, in collaborazione con l’ordine dei Giornalisti, “Il cambiamento verso l’elettrico ed il ruolo dell’informazione”. Ma non solo, a fare da corollario, dice “l’attività di punzonatura, completamente gratuita, delle biciclette che ci verranno a trovare al porto e la manifestazione Bimbi in bici per far crescere sin da piccoli una grande coscienza ecologica”.